Le conversazioni copilillose. N°3: pre-pre-pre adolescenza

Sofia adesso basta!

Brutta mamma!

E io allora non abito più qui.

Ah sì… e dove vai?

Vado a vivere da sola!

Ah…

E non ti parlo più!

Bene…

E poi cambio mamma!

… (Oh santi numi!)

Vado con la mamma di Rebecca!

Ok…

Mamma…

Dimmi…

…Tra cinque minuti siamo ancora amiche vero?

… (Fiù) … …

Ma questi attacchi di pre adolescenza?! Vogliamo parlarne?? Ditemi che lo fanno anche i vostri pisquani…

***

Leggi le altre conversazioni copilillose:

N°1: la cacca

N°2: il tempo

Santa Lucia ci ha portato una nuova favola: Gianni il bambino oliva

gbo Model (1).ai“Gianni era un bambino che amava giocare a pallone, leggere fumetti, fare esplorazioni in montagna e andare a caccia di pozzanghere. Ma non altrettanto amava mangiare i piatti che la sua mamma gli preparava con tanto amore. 

Quando arrivava l’ora di cena, infatti, Gianni faceva un sacco di capricci e non mangiava quasi mai quello che lei gli preparava. Si metteva a correre tutt’in tondo al tavolo della cucina finché la sua mamma e il suo papà, sfiniti, si arrendevano e smettevano di inseguirlo col piatto pieno. 

L’unica cosa che Gianni mangiava senza fare capricci erano le olive. Le olive erano la sua passione, soprattutto quelle verdi. Gianni si pappava vasetti e vasetti di olive verdi ignorando le minacce della mamma che gli diceva sempre: «A furia di mangiare tutte quelle olive diventerai un’oliva pure tu!»”.  (To be continued…)

gbo Model (1).aiDal carretto di Santa Lucia è caduta una nuova favola! Questa volta si parla di capricci, di polpette, ricette e bambini coraggiosi, tutto condito da un pizzico di magia… ecco qui: Gianni il bambino oliva.

I miei compagni d’avventura in questa fiaba sono Anahì Traversi e la sua bellissima voce e la musica di Manuel Rigamonti. Venite a scoprire come andrà a finire l’avventura di Gianni nel mondo di Fiabesque.