5 buoni motivi
per NON aprire un blog

In giro per la rete ho scovato molti e validi consigli su come aprire un blog. Ci sono però un paio di cosette che non ho trovato da nessuna parte, ma che ho scoperto da sola. E allora ecco un piccolo vademecum, ovvero 5 buoni motivi per NON aprire un blog:

1-    Lo fanno tutti

2-    Molto probabilmente c’è già qualcuno che sta parlando di quello di cui vorresti parlare tu

3-    Molto probabilmente c’è già qualcuno che sta parlando di quello di cui vorresti parlare tu e lo fa meglio di te

4-    Te la spacciano come una cosa facile da fare, ma in realtà ci sono un sacco di cose da sapere

5-    Guarda che poi, se nessuno ti legge, ci rimani male…

Il problema, però, è che certe volte nella vita succedono cose talmente grandi che non si può davvero fare a meno di raccontarle. A me è successo così. Erano le 22,25 del 25 ottobre 2010. Una di quelle date che non dimenticherò mai più. Non per caso e non proprio all’improvviso, ma di schianto certamente, sono precipitata nel Mezzo Mondo di Uescivà. Ed è stato l’inizio di grandi avventure…

E allora corriamo anche questo rischio: ci sono ancora un millimiliardo di cose che dovrei sapere e imparare riguardo a questa giungla che si chiama blogosfera – e chissàmai se riuscirò a impararle tutte – ma anche questo è parte dell’avventura…

 

15 thoughts on “5 buoni motivi
per NON aprire un blog

  1. Bravissima Madda! Ottima mossa! Sono fiero di aver lavorato con una blogger di talento: ti leggerò di sicuro. Ciao! Aut

  2. Da brava sister devo rompere le scatole! Non erano le 22.50???
    Quante partite a 7 e mezzo aspettando la pisquana in ospedale!
    A parte tutto, sono molto contenta del blog così anche se sono a 600 km di distanza posso conoscere anche il il mezzo mondo di Uescivà! E…starvi più vicina!

  3. …questi Copililli si intrufolano proprio da tutte la parti! Il momento esatto in cui la pisquana se ne è uscita, lo ricordo bene (…), erano le 22.25, campeggiava un bell’orologio sopra la mia testa e anche l’ostetrica ha letto l’ora per registrarla… voi eravate in differita 🙂

  4. Ei Maddi sei un mito, e davvero bravissima a scrivere!
    Manderò presto una serie di copililli e modi di dire di quella banda di delinquenti che mi ritrovo in casa!
    Un bacio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *