Uescivà forever

E così, stamattina, l’amico Faccialibro mi ha ricordato che proprio oggi ho messo online questo blog. A quei tempi a momenti non sapevo nemmeno usare gli hashtag e i siti responsive erano ancora un lusso per pochi, sono stati due anni pazzeschi. Ora che per lavoro non faccio altro che calendarizzare, strategizzare, webbizzare, blogghizzare, analizzare dati, vorrei solo trovare un po’ di tempo di qualità e la forma che più mi si addice per rivoluzionare e portare avanti come si deve questa piccola e preziosa bestiolina, ma nel modo più libero e più selvatico possibile [anche se, certe volte, ho qualche dubbio sulla (vera) libertà della rete… ].

Questo è il motivo della mia latitanza e del silenzio di Uescivà. Intanto portate pazienza se volete, ci sono un sacco di cose belle da rileggere da queste parti, ma, l’importante è che – mi raccomando – portiate le birre quando riapriamo i battenti che facciamo una bella festa!

#‎uescivàforever‬